Associazione Nazionale di Tutte le Età Attive per la Solidarietà

IMG-20151010-WA0002OBESITA’. PUGLIA TRA LE REGIONI CON PIU’ BAMBINI OBESI. PARTE PROGETTO ANTEAS PER LE SCUOLE

   Cattiva alimentazione, obesità infantile e influenza della pubblicità sui bambini. Nasce dall’esigenza di informare, educare e sensibilizzare ragazzi e genitori,  il progetto “Obesità infantile: quando la pubblicità ingrassa”  che per la prima volta, con una formula simile,  coinvolgerà alcune scuole di Lecce e provincia, promosso da Cisl e da Anteas (Associazione nazionale di tutte le attività per la solidarietà) e che vede tra i partners istituzionali Università del Salento, Coni  provinciale e Asl di Lecce. Il progetto,  curato dalla psicologa e psicoterapeuta Caterina Mosca, partirà il 13 ottobre, nelle scuole primarie di Surbo, Giorgilorio; a seguire Casarano, Taurisano e Tricase  e si avvarrà del supporto di esperti:  una pediatra, due  nutrizionisti e un laureato in scienze motorie che affiancheranno la psicoterapeuta per tutto l’anno scolastico  in questo interessante percorso che coinvolgerà anche i genitori degli alunni. Il loro intervento, coadiuvato dalla partecipazione attiva degli insegnanti, permetterà di interagire sul bambino modificando le cattive abitudini nutrizionali, comportamentali, incrementando l’attività motoria e le abitudini sane. L’attività didattica e formativa sarà accompagnata da laboratori del gusto e studio delle etichette alimentari e delle pubblicità di prodotti di marca. ll progetto prevede una serie di interventi a mirati a contrastare il dilagante fenomeno di obesità infantile. Infatti da una recentissima indagine a cura dell’Osservatorio del Dipartimento di Sociologia d Ricerca Sociale dell’Università Milano Bicocca, l’Italia risulta uno dei Paesi Europei più colpiti da questo allarmante fenomeno. Il 26,9% dei ragazzi italiani dai 6 ai 17 anni è in eccesso di peso, con punte non trascurabili nel Sud e nelle isole. Stima che aumenta nella fascia dei bambini fra i 6 e 10 anni. La regione più colpita dal fenomeno è la Campania, dove 1 bambino di terza elementare su 2 è obeso o in sovrappeso;  seguita proprio dalla Puglia.

Partner del progetto sono la Università del Salento, il C.O.N.I. provinciale e l’ ASL di Lecce: Il progetto è riservato ai bambini delle elementari e coinvolgerà il corpo docenti oltre alle famiglie dei bambini